La chirurgia generale si occupa di tutte le patologie di interesse chirurgico, sia oncologiche che benigne, che colpiscono gli organi addominali. La visita di chirurgia generale è il primo passo verso l’esecuzione di un eventuale intervento di tipo chirurgico. Il suo fine è quello di confermare o escludere l’ipotesi di presenza di una patologia, curabile solo chirurgicamente.

Le principali patologie trattate sono:

  • calcolosi della colecisti e delle vie biliari
  • neoplasie epato-biliari
  • neoplasie dello stomaco
  • neoplasie colorettali
  • malattie infiammatorie croniche
  • malattia diverticolare
  • patologie della parete addominale (ernie e laparoceli)
  • patologie di cute e sottocute (sinus pilonidalis, cisti sebacee…)
  • patologie benigne e maligne della tiroide.

Perchè è importante la Chirurgia Generale

La chirurgia generale è una branca della medicina che si occupa di una vasta gamma di patologie e condizioni mediche che richiedono interventi chirurgici. Questa specialità è chiamata “generale” perché i chirurghi generali sono addestrati per gestire una varietà di patologie, sia oncologiche (legate al cancro) che benigne, che interessano principalmente gli organi addominali e altre parti del corpo. Ecco una spiegazione più dettagliata:

  1. Ampio Spettro di Patologie: I chirurghi generali trattano una vasta gamma di patologie che coinvolgono gli organi addominali, come lo stomaco, il fegato, il pancreas, la cistifellea, l’intestino tenue e crasso, il colon, l’appendice e altri organi nella cavità addominale. Queste patologie possono includere tumori, infezioni, lesioni traumatiche, malattie infiammatorie e altre condizioni chirurgiche.
  2. Valutazione Iniziale: La visita di chirurgia generale è spesso il primo passo nel processo di diagnosi e trattamento di una patologia che potrebbe richiedere un intervento chirurgico. Durante questa visita, il chirurgo esamina il paziente, raccoglie la storia medica, esegue esami fisici e utilizza test diagnostici (come ecografie, radiografie o tomografie computerizzate) per valutare la condizione del paziente.
  3. Conferma o Esclusione della Patologia: Il principale obiettivo della visita di chirurgia generale è confermare o escludere l’ipotesi della presenza di una patologia che richiede un trattamento chirurgico. Se durante la valutazione iniziale viene identificata una patologia che può essere trattata solo chirurgicamente, il chirurgo discuterà le opzioni di trattamento con il paziente.
  4. Pianificazione dell’Intervento Chirurgico: Se una patologia chirurgica è confermata, il chirurgo generalmente pianificherà e programmerà l’intervento chirurgico. Questo può includere una serie di procedure, dalla rimozione di un tumore alla correzione di una condizione anatomica anormale.
  5. Chirurgia Oncologica e Benigna: I chirurghi generali sono addestrati sia per trattare tumori maligni (cancro) che per gestire condizioni benigne. Possono essere coinvolti in interventi chirurgici per rimuovere tumori cancerosi o per correggere problemi non cancerosi come ernie, calcoli alla cistifellea o diverticolosi.

In sintesi, la chirurgia generale è una specialità medica che si concentra sulla diagnosi e il trattamento di una vasta gamma di patologie chirurgiche che interessano gli organi addominali e altre parti del corpo. La visita di chirurgia generale è il primo passo nel percorso di cura per confermare o escludere la necessità di un intervento chirurgico e per sviluppare un piano di trattamento appropriato per il paziente.

In generale, una visita di chirurgia generale periodica è un importante strumento di prevenzione e gestione della salute degli organi addominali. Se non l’hai mai fatta è il momento di PRENOTARE LA TUA VISITA SPECIALISTICA DI CHIRURGIA GENERALE.

Il Dott. Di Martino DanieleDirigente Medico Chirurgia Generale presso l’Ospedale Policlinico Universitario SS Annunziata di Chietiriceve su appuntamentoprenota subito la tua visita intramoenia, chiama direttamente i numeri indicati.